C'era una volta la gestione documentale...
oggi ci misuriamo con la trasformazione digitale,
la sicurezza, la privacy, la mobilità, la condivisione...

Gestire le attività sul territorio:
la flotta aziendale,
i manutentori,
i cantieri,
gli asset in mobilità

Gestione integrata dei contenuti

Dal “File Sharing” alle “Content Service Platform”

 

La diffusione delle soluzioni cloud ha rapidamente mutato lo scenario e la possibilità di utilizzare applicazioni erogate come servizi applicativi ha aperto la strada ad una nuova visione di prodotti che integrano funzionalità specializzate in un’unica piattaforma di servizio.

 

Moduli software specializzati consentono l’integrazione mediante API, l’utilizzo di funzionalità di firma digitale, di catalogazione e archiviazione automatica dei documenti, di conservazione a norma e, infine, facilitano la gestione collaborativa dei processi di governance e la conformità ai requisiti di sicurezza ed alle direttive imposte dalla legge sulla privacy (GDPR).

Un repository centralizzato, accessibile in cloud,  soluzioni verticali integrate e collegamenti ad altre piattaforme software tramite servizi di integrazione e specifiche API.

 

Gestione e condivisione sicura dei documenti

Sostieni la  crescita della tua organizzazione con una gestione efficace dell’informazione !

Processi automatici di catalogazione, condivisione e ricerca dei documenti aziendali, spesso il patrimonio informativo più importante nelle attività quotidiane di molte aziende.

In tutti i processi dell’impresa: documenti tecnici, amministrativi, legali, commerciali, ma anche eMail, PEC, comunicazioni.

 

Abilita l’utilizzo in mobilità dei dispositivi personali (Tablet e Smartphone)

 

La gestione documentale: un ruolo primario per migliorare i processi organizzativi.

Perchè ho bisogno di una gestione innovativa del patrimonio informativo?

Per trovare quello che cerco rapidamente e con facilità, senza dovermi ricordare “dove”, ma semplicemente “cosa” sto cercando, grazie ad una catalogazione automatica dei contenuti basata sull’apprendimento del sistema.

Per avere a disposizione il patrimonio informativo aziendale in qualsiasi momento, luogo o dispositivo (desktop, tablet, smartphone)

Per gestire automaticamente le versioni dei documenti, sapere chi ha effettuato le modifiche, tracciare tutte le attività in conformità con le normative, la privacy in modo trasparente ed intuitivo.

Per gestire la configurazione dei permessi di accesso all’informazione senza tecnicismi e inutili complessità, ed essere certi di sapere sempre chi e quando ha accesso all’informazione corretta.

Per archiviare i documenti con la massima sicurezza, grazie al sistema di cifratura, senza temere che cryptovirus e malware possano arrecare alcun danno e condividerli con facilità con utenti interni ed esterni all’organizzazione.

Per trovare quello che cerco rapidamente e con facilità, senza dovermi ricordare “dove”, ma semplicemente “cosa” sto cercando, grazie ad una catalogazione automatica dei contenuti basata sull’apprendimento del sistema.

Per archiviare i documenti con la massima sicurezza, grazie al sistema di cifratura, senza temere che cryptovirus e malware possano arrecare alcun danno e condividerli con facilità con utenti interni ed esterni all’organizzazione.

Per gestire la configurazione dei permessi di accesso all’informazione senza tecnicismi e inutili complessità, ed essere certi di sapere sempre chi e quando ha accesso all’informazione corretta.

Per gestire automaticamente le versioni dei documenti, sapere chi ha effettuato le modifiche, tracciare tutte le attività in conformità con le normative, la privacy in modo trasparente ed intuitivo.

Per avere a disposizione il patrimonio informativo aziendale in qualsiasi momento, luogo o dispositivo (desktop, tablet, smartphone)

Governance

La gestione dei documenti digitale per i processi di Governance è un tema reso attuale dalla necessità di partecipare da remoto a Consigli e Comitati

Dotarsi di strumenti che in tutta sicurezza e in conformità con le recenti disposizioni in materia societaria emanate dal decreto “Cura Italia”, convertito in legge in data 24 Aprile 2020 (art. 106 del DL n.18/2020), è una priorità per molte organizzazioni.

Disponibilità immediata di documenti suDesktop, Tablet e Smartphone, senza necessità di inviarli per posta elettronica o in modo cartaceo.

 

Non solo riunioni da remoto: una volta affrontati i temi della sicurezza e riservatezza delle informazioni, della disponibilità del patrimonio informativo aziendale al di fuori dei confini interni, si potranno scoprire e valorizzare molte altre applicazioni che queste tecnologie sono in grado di abilitare:

la gestione della Qualità, l’Internal Audit, la creazione di Data Room per rendere disponibili dati sensibili a consulenti e terze parti, possono essere garantiti in termini di qualità, conformità a regolamenti e certificazioni.

Perchè ho bisogno di una gestione digitale dei documenti per i processi di governance?

Per partecipare da remoto alle riunioni, condividendo in modo sincrono con gli altri partecipanti i documenti in discussione ed aumentare l’efficienza dei processi di approvazione dei documenti con la possibilità di firmare digitalmente i documenti necessari.

Per eliminare la carta ed ottimizzare i processi di redazione e distribuzione sicura di documenti per Consigli Direttivi, CDA e Comitati di Gestione.

Per supportare i processi organizzativi collegati alla Qualità, all’Audit e tracciare in modo dimostrabile le attività svolte, catalogare e ricercare con facilità i documenti necessari per tali processi (Rischi, Log delle attività, Scostamenti, Rimedi ecc…).

Per gestire in modo conforme al GDPR le informazioni e le attività svolte in conformità al regolamento della privacy.

Per essere conforme alle politiche di accesso ai dati con la massima sicurezza, gestendo le credenziali secondo le normative più avanzate, con strumenti di cifratura dei dati.

Per partecipare da remoto alle riunioni, condividendo in modo sincrono con gli altri partecipanti i documenti in discussione ed aumentare l’efficienza dei processi di approvazione dei documenti con la possibilità di firmare digitalmente i documenti necessari.

Per eliminare la carta ed ottimizzare i processi di redazione e distribuzione sicura di documenti per Consigli Direttivi, CDA e Comitati di Gestione.

Per supportare i processi organizzativi collegati alla Qualità, all’Audit e tracciare in modo dimostrabile le attività svolte, catalogare e ricercare con facilità i documenti necessari per tali processi (Rischi, Log delle attività, Scostamenti, Rimedi ecc…).

Per gestire in modo conforme al GDPR le informazioni e le attività svolte in conformità al regolamento della privacy.

Per essere conforme alle politiche di accesso ai dati con la massima sicurezza, gestendo le credenziali secondo le normative più avanzate, con strumenti di cifratura dei dati.

Firma Digitale e Firma Elettronica Avanzata

Le Firme Digitali: uno strumento importante nei processi aziendali, per automatizzare e rendere completamente digitali i processi di firma e conferire validità legale ai documenti informatici

Sottoscrizione di Contratti, Dichiarazioni, Verbali, Atti Amministrativi

Firma Digitale: processo che consente di firmare digitalmente documenti con valore legale opponibile nei confronti di terzi, completamente conforme alle vigenti normative di legge

 

Firma Massiva (o firma automatica): processo dedicato a particolari tipologie di documenti ricorrenti (ad esempio le fatture) che l’organizzazione ritiene di poter firmare digitalmente senza controllo visivo da parte di un utente

 

Firma Elettronica Avanzata (FEA): processo di firma di un documento, rivolto a particolari tipologie di documenti contrattuali, caratterizzato da un accordo preventivo tra le parti che ne stabilisce la validità legale in un dato contesto

Perchè ho bisogno di un sistema esteso di gestione della Firma Digitale?

Velocità nella gestione delle procedure: si semplificano i flussi di lavoro in azienda poiché il “libro firma” diventa digitale.

Risparmio di tempo: la gestione delle transazioni diventa veloce e pratica (si pensi anche a soggetti geograficamente distanti fra loro).

Riduzione dei costi: si riducono i costi di stampa e di spedizione, si ottimizza lo spazio dedicato all’archivio.

Si può effettuare la firma senza ricorrere a dispositivi HW (come le smart-card o le chiavi USB) da collegare al computer, rendendo possibile la firma in mobilità anche su tablet e smartphone.

Per effettuare firme massive su insiemi di documenti ricorrenti, che essendo relativi ad un processo aziendale strutturato e certificato, possono essere firmati attraverso una procedura automatizzata.

Velocità nella gestione delle procedure: si semplificano i flussi di lavoro in azienda poiché il “libro firma” diventa digitale.

Risparmio di tempo: la gestione delle transazioni diventa veloce e pratica (si pensi anche a soggetti geograficamente distanti fra loro).

Riduzione dei costi: si riducono i costi di stampa e di spedizione, si ottimizza lo spazio dedicato all’archivio.

Si può effettuare la firma senza ricorrere a dispositivi HW (come le smart-card o le chiavi USB) da collegare al computer, rendendo possibile la firma in mobilità anche su tablet e smartphone.

Per effettuare firme massive su insiemi di documenti ricorrenti, che essendo relativi ad un processo aziendale strutturato e certificato, possno essere firmati attraverso una procedura automatizzata.

Smartworking

L’azienda “diffusa” necessita di particolari soluzioni che salvaguardino la sicurezza, la semplicità d’uso, la privacy e consentano un controllo delle attività.

La “dematerializzazione” del posto di lavoro indotta dall’emergenza sanitaria, almeno per certe fortunate attività, sta modificando le abitudini e ridisegnando modalità lavorative che perdureranno probabilmente anche al termine dello stato di emergenza.

Oltre agli aspetti normativi, che diversificano il cosiddetto “smartworking” dal “telelavoro” o “home working”, le tecnologie che sono necessarie sono simili in tutte le situazione in cui il lavoratore è chiamato ad utilizzare risorse aziendali in modo distribuito.

 

Le aziende non sempre hanno le competenze per gestire questa possibilità. Al di là degli aspetti normativi, è necessario utilizzare strumenti semplici, economici e sicuri per rispondere tempestivamente a questa necessità.

Quali sono i pricipali problemi da risolvere per lo smartworking ?

Rendere disponibili in sicurezza i documenti fuori dall’azienda.

Quali tecnologie utilizzare senza stravolgere le abitudini ? Come garantire la riservatezza delle informazioni ? Come essere conformi al GDPR e poter dimostrare la qualità e  affidabilità dei processi aziendali ?

Monitorare le attività salvaguardando la privacy.

Effettuare un controllo delle attività semplice ed efficace, nel rispetto delle normative ed a salvaguardia degli interessi aziendali.

Adottare un flusso di lavoro semplice e flessibile, senza apparati sofisticati e costosi.

Al tele-lavoratore basta un notebook per organizzare documenti e contenuti, fruibili anche su Tablet e Smartphone. Il flusso di lavoro deve essere facilmente definito, così come la possibilità di integrare la gestione documentale con audio e video conferenze.

Condividere documenti, anche di grandi dimensioni, con clienti, fornitori, consulenti.

Senza utilizzare la posta elettronica, generalmete una soluzione poco sicura e che non consente un controllo delle attività. 

Poter integrare la gestione documentale “smart” con i sistemi legacy, mediante integrazioni semplici, basate su servizi applicativi aperti ed API.

I servizi centralizzati di repository documentale potranno anche offrire nativamente soluzioni di sicurezza collegate alla cifratura, alla protezione da virus informatici ed al backup dei contenuti informativi.

Rendere disponibili in sicurezza i documenti fuori dall’azienda.

Quali tecnologie utilizzare senza stravolgere le abitudini ? Come garantire la riservatezza delle informazioni ? Come essere conformi al GDPR e poter dimostrare la qualità e  affidabilità dei processi aziendali ?

Monitorare le attività salvaguardando la privacy.

Effettuare un controllo delle attività semplice ed efficace, nel rispetto delle normative ed a salvaguardia degli interessi aziendali.

Adottare un flusso di lavoro semplice e flessibile, senza apparati sofisticati e costosi.

Al tele-lavoratore basta un notebook per organizzare documenti e contenuti, fruibili anche su Tablet e Smartphone. Il flusso di lavoro deve essere facilmente definito, così come la possibilità di integrare la gestione documentale con audio e video conferenze.

Condividere documenti, anche di grandi dimensioni, con clienti, fornitori, consulenti.

Senza utilizzare la posta elettronica, generalmete una soluzione poco sicura e che non consente un controllo delle attività. 

Poter integrare la gestione documentale “smart” con i sistemi legacy, mediante integrazioni semplici, basate su servizi applicativi aperti ed API.

I servizi centralizzati di repository documentale potranno anche offrire nativamente soluzioni di sicurezza collegate alla cifratura, alla protezione da virus informatici ed al backup dei contenuti informativi.

Posta Elettronica e PEC

La posta elettronica, in ambito aziendale, è uno degli strumenti di comunicazione più utilizzati, ma anche uno dei più insidiosi per la sicurezza e la riservatezza delle informazioni.

Dotarsi di un efficiente sistema di controllo e archiviazione sicura delle caselle postali aziendali apre anche l’opportunità di una più efficiente gestione della posta come documento informatico da trattare al pari delle altre forme documentali, e come tale soggetto ai processi di backup, indicizzazione e conservazione.

Non è sufficiente memorizzare e conservare in formato MIME (.eml) il messaggio PEC su hard disk esterno.

 

Per garantire nel tempo la validità dei certificati al momento del loro utilizzo originario l’unico sistema è il processo di Conservazione a Norma di Legge.

Perchè ho bisogno di un sistema di archiviazione e ricerca della Posta Elettronica?

Per gestire centralmente le caselle postali aziendali, specialmente quelle utilizzate per identificare una funzione organizzativa e quindi non collegate direttamente ad una sola persona (es: amministrazione@società.it, protocollo@società.it, supporto@società.it, ecc….).

Per analizzare le caselle postali in modo centralizzato ed avere strumenti avanzati a supporto di un utilizzo forense.

Per effettuare ricerche trasversali su tutte le caselle postali gestite e organizzare l’informazione in modo adeguato.

Per poter estrarre ed archiviare automaticamente i documenti allegati, che spesso contengono informazioni rilevanti per l’organizzazione.

Per poter integrare automaticamente ed in modo trasparente l’archiviazione delle caselle PEC con le funzioni di Archivizione Sostitutiva a Norma, garantendone la validità per il periodo richiesto dalla normativa.

Per gestire centralmente le caselle postali aziendali, specialmente quelle utilizzate per identificare una funzione organizzativa e quindi non collegate direttamente ad una sola persona (es: amministrazione@società.it, protocollo@società.it, supporto@società.it, ecc….).

Per analizzare le caselle postali in modo centralizzato ed avere strumenti avanzati a supporto di un utilizzo forense.

Per effettuare ricerche trasversali su tutte le caselle postali gestite e organizzare l’informazione in modo adeguato.

Per poter estrarre ed archiviare automaticamente i documenti allegati, che spesso contengono informazioni rilevanti per l’organizzazione.

Per poter integrare automaticamente ed in modo trasparente l’archiviazione delle caselle PEC con le funzioni di Archivizione Sostitutiva a Norma, garantendone la validità per il periodo richiesto dalla normativa.

Dematerializzazione e Digitalizzazione  dei documenti

Pensa DIGITALE !

La Dematerializzazione è quel processo che permette di sostituire documenti cartacei con documenti digitali e generalmente si conclude con la conservazione digitale, in grado di sostituire anche da un punto di vista legale il documento cartaceo originario.

La Digitalizzazione è invece relativa ai processi in cui i documenti sono fin dall’origine prodotti in formato digitale, ed anche in questo caso termina con la conservazione digitale, nel caso in cui i documenti digitali debbano essere preservati per gli anni richiesti dalla normativa.

Come decidere tra Dematerializzazione e Digitalizzazione?

Per ottenere significativi risparmi rispetto alla gestione dei documenti cartacei, che occupano spazi rilevanti e sono fonte di inefficienze e costi, è conveniente procedere con la progressiva Digitalizzazione dei processi aziendali, sostituendo la produzione di documenti cartacei con documenti nativamente digitali.

Soprattutto per quei documenti che hanno valore legale è necessario che il processo di digitalizzazione utilizzi strumenti di firma digitale e si concluda con la conservazione sostitutiva a norma dei documenti.

La dematerializzazione di archivi cartacei pre-esistenti, utilizzando scanner o altri strumenti che producono una copia digitale, può risultare un  processo  lungo e laborioso. Ma se la trasformazione digitale genera nel formato elettronico anche la possibilità di individuare il contenuto testuale (mediante OCR, ad esempio) apre la strada, oltre al risparmio dovuto all’ottimizzazione dello spazio, anche a nuove tecniche di indicizzazione dei contenuti che favoriscono la ricerca delle informazioni.

La dematerializzazione di documenti con valore legale va valutata con attenzione, dato che può introdurre notevoli criticità per la presenza di firme autografe, filigrane, bolli ecc… In questi casi bisogna attentamente valutarne l’opportunità ed individuare la corretta procedura, che deve essere spesso sostenuta anche da certificazioni notarili di conformità.

La dematerializzazione degli archivi cartacei introduce il problema della definizione dei metadati che li rappresentano, al fine di consentirne la ricerca con le procedure informatiche. Spesso questi metadati sono contenuti in archivi di protocollo che non offrono automatismi di classificazione. Di questo bisogna tenere conto nell’analisi dei costi e dei benefici del processo.

Per ottenere significativi risparmi rispetto alla gestione dei documenti cartacei, che occupano spazi rilevanti e sono fonte di inefficienze e costi, è conveniente procedere con la progressiva Digitalizzazione dei processi aziendali, sostituendo la produzione di documenti cartacei con documenti nativamente digitali.

Soprattutto per quei documenti che hanno valore legale è necessario che il processo di digitalizzazione utilizzi strumenti di firma digitale e si concluda con la conservazione sostitutiva a norma dei documenti.

La dematerializzazione di archivi cartacei pre-esistenti, utilizzando scanner o altri strumenti che producono una copia digitale, può risultare un  processo  lungo e laborioso. Ma se la trasformazione digitale genera nel formato elettronico anche la possibilità di individuare il contenuto testuale (mediante OCR, ad esempio) apre la strada, oltre al risparmio dovuto all’ottimizzazione dello spazio, anche a nuove tecniche di indicizzazione dei contenuti che favoriscono la ricerca delle informazioni.

La dematerializzazione di documenti con valore legale va valutata con attenzione, dato che può introdurre notevoli criticità per la presenza di firme autografe, filigrane, bolli ecc… In questi casi bisogna attentamente valutarne l’opportunità ed individuare la corretta procedura, che deve essere spesso sostenuta anche da certificazioni notarili di conformità.

La dematerializzazione degli archivi cartacei introduce il problema della definizione dei metadati che li rappresantano, al fine di consentirne la ricerca con le procedure informatiche. Spesso questi metadati sono contenuti in archivi di protocollo che non offrono automatismi di classificazione. Di questo bisogna tenere conto nell’analisi dei costi e dei benefici del processo.

La Mobilità

Controllare e gestire le attività sul territorio

 

Ottimizzare l’utilizzo degli strumenti aziendali e dei mezzi è reso possibile dalla accresciuta capacità dei dispositivi mobili (Notebook, Tablet, Smartphone), dalla disponibilità di sistemi avanzati di geo-localizzazione e dallo sviluppo di reti di comunicazione sempre più efficienti e veloci.

 

Continuità operativa, massima affidabilità, riservatezza delle informazioni, grazie a servizi applicativi resi disponibili ovunque e non solo all’interno dei confini aziendali.

Le squadrea lavoro, la flotta aziendale, i percorsi, le attività…tutto a portata di un Click !

 

Le flotte aziendali

Migliora la sicurezza, abbatti i costi di gestione, ottimizza l’uso della tua flotta aziendale !

Attraverso un dispositivo (OBU) collocato a bordo dei veicoli è possibile rilevare, oltre al tracciamento della posizione in base al sistema GPS, anche diversi parametri di funzionamento del veicolo.

Oltre ad aumentare la sicurezza, il rilevamento della posizione del veicolo consente notevoli miglioramenti organizzativi e l’attenta valutazione dei costi associati alle attività produce notevoli economie gestionali.

Quali sono i principali vantaggi nella gestione della flotta aziendale?

Monitoraggio

Il controllo in tempo reale di tutti i veicoli della flotta consente la verifica dello stato di marcia, con la raffigurazione sulla mappa, insieme ai parametri di funzionamento del veicolo. Ogni guidatore potrà avere una chiave identificativa che lo abilità all’utilizzo del veicolo limitatamente ad aree geografiche ed a fasce orarie predefinite.

Risparmio

Si riducono i costi e si aumenta l’efficienza, attraverso l’analisi dei consumi medi per veicolo e guidatore, il calcolo dell

Efficienza

La possibilità di gestire tutti gli adempimenti relativi ai mezzi per tutti gli aspetti amministrativi (a scadenza di bolli, assicurazioni, ecc…) e gestionali (scadenza manutenzioni, cambio gomme, ecc…) si traduce in una maggiore efiicienza del servizio di gestione del parco veicoli.

Sicurezza

Aumenta la sicurezza delle attività, delle persone e dei mezzi.

Tramite l’analisi delle notifiche e della posizione del veicolo è possibile una valida azione di contrasto per furti e tentativi di manomissione.

In caso di sinistri, la conoscenza dell’esatta posizione del mezzo può facilitare il recupero e aumentare la sicurezza del guidatore.

Reportistica

Lo storico dei percorsi effettuati, il rilevamento automatico dei km percorsi e l’analisi periodica dell’operatività del mezzo consente una valutazione globale dell’efficienza del parco veicoli, fornendo utili metriche per la gestione tecnica ed amministrativa.

Monitoraggio

Il controllo in tempo reale di tutti i veicoli della flotta consente la verifica dello stato di marcia, con la raffigurazione sulla mappa, insieme ai parametri di funzionamento del veicolo. Ogni guidatore potrà avere una chiave identificativa che lo abilità all’utilizzo del veicolo limitatamente ad aree geografiche ed a fasce orarie predefinite.

Risparmio

Si riducono i costi e si aumenta l’efficienza, attraverso l’analisi dei consumi medi per veicolo e guidatore, il calcolo dell

Efficienza

La possibilità di gestire tutti gli adempimenti relativi ai mezzi per tutti gli aspetti amministrativi (a scadenza di bolli, assicurazioni, ecc…) e gestionali (scadenza manutenzioni, cambio gomme, ecc…) si traduce in una maggiore efiicienza del servizio di gestione del parco veicoli.

Sicurezza

Aumenta la sicurezza delle attività, delle persone e dei mezzi.

Tramite l’analisi delle notifiche e della posizione del veicolo è possibile una valida azione di contrasto per furti e tentativi di manomissione.

In caso di sinistri, la conoscenza dell’esatta posizione del mezzo può facilitare il recupero e aumentare la sicurezza del guidatore.

Reportistica

Lo storico dei percorsi effettuati, il rilevamento automatico dei km percorsi e l’analisi periodica dell’operatività del mezzo consente una valutazione globale dell’efficienza del parco veicoli, fornendo utili metriche per la gestione tecnica ed amministrativa.

Attività sul territorio

Ottimizza i tuoi processi, programma le attività per aumentare l’efficienza e diminuire i costi !

La pianificazione ed il controllo di attività che si svolgono sul territorio, come ad esempio le attività di manutenzione su impianti, la cura del verde, gli interventi di riparazione di guasti nelle reti di distribuzione, ecc…, possono trarre beneficio dalla disponibilità di soluzioni dedicate, erogate come servizi applicativi cloud (SAAS) disponibili su device che sfruttano opportunamente le accresciute capacità delle reti di comunicazione.

Il tracciamento delle attività svolte certifica la presenza degli operatori, dotati di strumenti idonei a segnalare anche in tempo reale possibili anomalie nello svolgimento delle attività, e consente anche mediante l’utilizzo di sensori opportunamente distribuiti sul territorio (IOT), di aumentare la capacità del sistema di reagire a situazioni imprevisti, aumentando l’affidabilità ed ottimizzando i costi.

Quali sono i principali vantaggi nell'impiego di strumenti di gestione delle attività sul territorio?

Efficienza

Diminuire i tempi morti tra le attività, migliorando la gestione della composizione delle squadre e l’utilizzo delle risorse strumentali necessarie

Ottimizzazione

Ricollocare rapidamente le attività in caso di problemi di esecuzione, ottimizzando la catena dei cambiamenti che la riallocazione comporta.

Gestione delle competenze

Consente di utilizzare l’adeguato livello di compenza nell’assegnamento degli incarichi, limitando il rischio di utilizzare skill elevati in modo sottoimpiegato, aggravando i costi delle attività.

Tracciamento

Tracciamento in tempo reale delle attività svolte, con la possibilità di mostrare l’avanzamento delle attività e certificarne lo svolgimento.

Pianificazione

Fornisce utili indicazioni per ottimizzare la gestione degli interventi programmabili in periodi temporali variabili, ottimizzando le competenze ed aumentando la produttività.

Efficienza

Diminuire i tempi morti tra le attività, migliorando la gestione della composizione delle squadre e l’utilizzo delle risorse strumentali necessarie

Ottimizzazione

Ricollocare rapidamente le attività in caso di problemi di esecuzione, ottimizzando la catena dei cambiamenti che la riallocazione comporta.

Gestione delle competenze

Consente di utilizzare l’adeguato livello di compenza nell’assegnamento degli incarichi, limitando il rischio di utilizzare skill elevati in modo sottoimpiegato, aggravando i costi delle attività.

Tracciamento

Tracciamento in tempo reale delle attività svolte, con la possibilità di mostrare l’avanzamento delle attività e certificarne lo svolgimento.

Pianificazione

Fornisce utili indicazioni per ottimizzare la gestione degli interventi programmabili in periodi temporali variabili, ottimizzando le competenze ed aumentando la produttività.